La cultura occupa purtroppo un angolo angusto e sempre più ignorato della televisione italiana. Gli unici a resistere sono gli Angela ai quali viene dedicato tipo il 2% del budget annuale della tv nazionale. Negli ultimi tempi mi sono spesso chiesto che fine farà la cultura in tv quando i due Angela non saranno più con noi. Immagino che la televisione sarà 100% trash/sport/politica. Tempi bui. Bleah.

Da qualche anno a questa parte quindi ho approfittato della situazione (internet) e del mio inglese (leggermente migliorato) e ho iniziato a guardare documentari inglesi ed americani che mai (tranne credo rarissimi casi) vedremo nel nostro decadente paese. Dove? Youtube è una community immensa, basta saper cercare. Diciamo pure che viviamo in un’epoca d’oro dell’informazione. Abbiamo accesso a un’infinità di contenuti. L’unica cosa che serve è l’interesse. Possiamo anche dire che non ci sono più scuse: chi è ignorante lo è perché lo vuole. Comunque, l’ultima entry in questa lista di documentari online è Your Inner Fish, documentario prodotto dalla PBS e trasmesso in Inghilterra dalla BBC. Roba che, ripeto, in Italia non vedremo mai.

Neil Shubin ha trasportato il contenuto del suo bellissimo libro Your Inner Fish sul piccolo schermo espondendo all’estremo il suo entusiasmo per la biologia evoluzionistica. Se dal suo libro traspare in modo netto quell’insieme di sentimenti che precedono e seguono una scoperta, dalle immagini del suo documentario emerge la terza dimensione della storia, i luoghi, i personaggi, le testimonianze, i riferimenti anatomici visivi. Accopagnato da ricostruzioni in computer graphic dosate col contagocce, segno che personalmente interpreto come simbolo di qualità in un documentario, le quasi tre ore di Your Inner Fish meravigliano e lasciano a bocca aperta. Le connessioni del nostro corpo con gli altri esseri viventi, esistenti o estinti, sono numerose, curiose, straordinarie.

La bellezza del mondo in cui viviamo è enorme, ben più grande di qualsiasi idea noi possiamo mai concepire con la nostra mente. Neil Shubin ci mostra parte di questa bellezza e ci indica, sorridendo soddisfatto, qual’è il nostro posto in Natura.

Questo è un documentario che deve essere guardato.

Annunci