Se c’è una cosa, una soltanto, che Jurassic World ha di positivo è l’aver sollevato un polverone di interesse verso i dinosauri e la paleontologia, paragonabile forse a quello generato 22 anni fa da Jurassic Park. I social pullulano di inviti a conferenze, di annunci di libri, di raduni di appassionati, c’è di tutto e per tutti i gusti.

Il sottoscritto purtroppo non può allontanarsi dall’università, essendo nel bel mezzo del fervore che anticipa ogni lavoro di pubblicazione scientifica (o ogni mucchio di lavori, visto che sono mesi che scrivo). Visti i miei non trascurabili impegni e le scadenze a breve termine, roba che spero di poter qualche volta raccontare, l’unica cosa che posso fare, ancora una volta, è… leggere.

E finalmente, dopo anni (10 quasi!), sembra arrivato il momento giusto, per me, per acquistare un sostanzioso libro sulla paleontologia. Avere pdf sul computer rende la lettura ‘distaccata’. Avere un libro tra le mani, l’ho sempre detto, è tutt’altra storia. W il cartaceo.

Dopo attente considerazioni, la mia scelta è ricaduta su un tomo di tutto rispetto (stando al giudizio di chi me lo ha consigliato e di quello che si dice online).

dinosaur-front-cover

Che nessuno venga a dirmi che sono soldi buttati. Anche se il 99% degli italiani pensa che i dinosauri siano roba per bambini, la paleontologia (dinosauri e tanto, tanto altro) è una scienza dal potenziale importante, capace di darci risposte interessanti.

Mi studierò questo libro come mi sono studiato tutto il resto, con calma, passione, interesse e tanta voglia di imparare.

Buona lettura a me.

Annunci