Bene, ora che il 21 dicembre è arrivato e nessuna fine del mondo ci ha condannati all’estinzione, mi domando cosa stiano pensando quelle persone che invece credevano fermamente nei terribili eventi che all’improvviso e senza alcuna spiegazione avrebbero colpito il mondo intero, causandone la distruzione. Ancora una volta la conferma che l’informazione seria e di qualità è la via decisamente più comoda e sicura attraverso a quale capire il mondo che ci circonda.

end-of-the-world-2012-mayan-calendar-prophecy-670

Mi fa anche ridere scrivere certe cose… E’ vergognoso però vedere che con tutta l’informazione libera e con tutte le conquiste della nostra tecnologia, con l’avanzare del sapere e con i continui successi in campo scientifico ci sia ancora gente che da tanto credito a dicerie basate su sciamanesimo e ultraterreno: anche se non è il caso questo, in questo 21 dicembre sono confluite le più stupide idee mai concepite. Il brutto della faccenda sta però nel tentativo di spiegare scientificamente ciò che di scientifico non ha assolutamente niente, con risultati raccapriccianti.

Evitiamo di nasconderci dietro alle dicerie senza fondamento. Chiudere gli occhi pensando che le nostre paure scompaiano all’improvviso, come bambini spaventati dai fantasmi, non serve assolutamente a niente. Piuttosto sarebbe utile che ognuno di noi si adoperi per accrescere ulteriormente la consapevolezza e la conoscenza del nostro mondo.

Il 21 dicembre si è dimostrato quello che avevano previsto tutte le persone con un pò di sale in zucca, ossia una giornata come le altre. Nessuna catastrofe, nessun effetto ‘Emmerich’, nessun olocausto, niente di niente. Neanche quel cambiamento del mondo tanto anticipato dai Maya. Speriamo si sia capito che siamo artefici dei nostri cambiamenti, che non ci sarà nessun essere extraterrestre/divino a guidarci sulla giusta via: dobbiamo farlo da soli, come è giusto che sia.

Con l’augurio che questo faccia capire ai ‘pigri’ che il mondo non si basa sulle profezie, ma sull’operato dell’uomo e sulle conseguenze che abbiamo sulla Natura di cui facciamo parte, buon 21 dicembre.

Annunci