Nel film ‘Angeli e Demoni’, versione cinematografica scritta da David Koepp per la regia di Ron Howard, Tom Hanks si vede alle prese con un terrorista che ha sottratto un’importante quantità di antimateria dai laboratori del Cern per farla esplodere nella Città del Vaticano. La fantasia di Dan Brown in questo libro è stata sufficiente e, perdonando alcune superficialità, diciamo pure che la storia è verosimile. Ciò che ci fa interessare al discorso di questa scena è la ‘particella di Dio’, il nome dato ad una non ben precisata particella che darebbe massa alla materia. Sembra fantascienza. Non lo è.

Ieri è arrivato l’annuncio ufficiale. Il CERN di Ginevra è giunto, tramite il lavoro di due team di ricerca, ad isolare quella che al 99.999% (o giù di li) di probabilità è la ‘particella di Dio’. Non è mio il compito di istruire nessuno sulla vera natura di questa particella che risponde al vero nome di bosone di Higgs. Vorrei tanto però che l’italiano medio, ignorante, arrogante e precipitoso la smetta di tirare in ballo la religione anche quando non c’entra niente. Dio non ha niente a che fare col bosone di Higgs, ficcatevelo in testa; evitate sempre questi moralismi, evitate di invitare alla calma quando si trattano certi argomenti, perché nella stragrande maggioranza dei casi non sapete neanche di cosa si sta parlando.

Ah, un’ultima cosa: evitate di chiamarla ‘particella di Dio’, perché il soprannome dato all’inizio, nelle intenzioni dell’autore di un libro sulla suddetta particella, era ‘the goddamn particle’, forse a rimarcare il fatto che fosse impossibile all’epoca dimostrarne l’esistenza. Fu l’editore del libro a cambiare il titolo in ‘the god particle’ (si, scritto col minuscolo), che traduzione fedele vorrebbe sia intesa come ‘la particella-dio’: la particella dalla quale tutto ha avuto ‘inizio’ (in termini materiali si intende).

Informatevi. Ecco, questa sarebbe una bella idea!

Annunci