… E alla luce di una grossa lampada dall’ombra rossa, spiegò sulla tavola un pezzo di pergamenache somigliava molto a una mappa.

«Questa fu fatta da Thror, tuo nonno, Thorin» disse in risposta alle concitate domande deinani. «È una pianta della Montagna».

«Non mi pare che ci aiuterà molto» disse Thorin con un certo disappunto, dopo averci datoun’occhiata. «Mi ricordo abbastanza bene la Montagna e le terre tutt’intorno. E so dov’èBosco Atro e la Brughiera Arida, dove sono nati i grandi draghi».

«C’è un drago segnato in rosso sulla Montagna,» disse Balin «ma sarà abbastanza faciletrovarlo lo stesso, se mai arriviamo là».

«C’è una cosa che non avete notato,» disse lo stregone «ed è la porta segreta. Vedete quellaruna sulla parte orientale e la mano che la indica dalle altre rune? Questo è il segno di unpassaggio alle Sale Inferiori».

«Può essere stata segreta un tempo» disse Thorin. «Ma come facciamo a sapere che lo è ancora? Il vecchio Smaug ha vissuto lì abbastanza a lungo per scoprire tutto quanto c’è da sapere riguardo a quelle caverne».

«Probabilmente; ma non può averla usata da anni e anni».

Annunci