Forse sono un pò in ritardo. Natale è stato solamente 5 giorni fa (qualcuno trovi il modo di rallentare il tempo!!!)… però volevo riportare qui un attimo di allegria in questi giorni funestati dall’incertezza, dagli incubi e dalle preoccupazioni sul malsano futuro che ci attende.

LETTERE DI NATALE DALLA…

TERRA DI MEZZO


“Caro Babbo Natale,
quest’anno è stato molto duro. Ho sempre svolto tutti i compiti che mi ha assegnato mio padre, tranne quelli che erano troppo difficili. Gli ho sempre obbedito, pero’ lui vuole piu’ bene a mio fratello. Percio’ ti chiedo questo come regalo: mi puoi dare una faccia uguale a quella di Boromir? Oppure potresti darmi una missione non impossibile? O almeno rispondere alla mia lettera? Ho l’impressione che le mie missive vengano ignorate o vadano perse.
Con affetto, Faramir, Capitano di Gondor.

“Caro Babbo Natale,
il tabacco che ci hai mandato l’anno scorso è finito a Pasqua, per non parlare della birra. Pero’ abbiamo visto una bella pianura che si presterebbe bene a un progetto di piantagione di erbabipa: Pelennor, ci pare si chiami. Ci regali una serra? Abbiamo già pensato allo slogan pubblicitario: “Molto fumo e molto arrosto”.
Aspettiamo con il fiato sospeso, Merry & Pipino”

“Caro Babbo Natale,
vorrei diecimila orchi. Armati. Ahahahahah, che figata.
Éomer”

“Caro Babbo Natale,
vorrei uno skateboard decente. Inoltre vorrei che le nostre Missioni fossero dotate di un cavallo in piu’, o un mulo, una bestia in piu’ insomma: non capisco perché io mi devo sempre portare il Nano appresso.
Grazie, Legolas”

“Caro Babbo Natale,
mi piacerebbe sapere dove siano le Nane. Ultimamente sono diventate sfuggenti.
Grazie, Gimli”

“Caro Babbo Natale,
quest’anno ho fatto le cose seguenti, in ordine crescente di importanza: riunito un Consiglio, sondato tutti i futuri possibili, aiutato piccoletti, sedato una rissa tra Legolas e Gimli, fatto riforgiare una vecchia spada rotta, rassettato Gran Burrone, trovato una nuova tecnica per acconciare le ciocche elfiche. Non mi pare poco. Ti chiederei in regalo una vacanza al Mare. Se ci sono ancora stanze singole, magari potrebbe venire anche Arwen. 
In fede, Elrond”

“Egr. Sig. Babbo Natale,
parlo a nome di una cooperativa di Nove tecnici specializzati. Vorremmo lanciarci nel mercato della tecnologia investigativa. Abbiamo saputo che nella Contea (o da quelle parti li’ ) c’è un esperto in tecniche di camuffamento e di segretezza, e vorremmo ingaggiarlo come consulente. Tuttavia non riusciamo a trovarlo: il recapito ufficiale risulta abbandonato. Se ci potesse dare la sua ubicazione, la nostra attività potrebbe evitare il fallimento e sarebbe per noi e per il nostro finanziatore un Natale meraviglioso. Le assicuriamo massimo riserbo.
Un silenzioso ringraziamento, Re-Stregone.”

“Caro Babbo Natale,
per Natale suona un dong dillo! Bel Dol! Salta ancor! Vieni ognor! Canta il cuor! Bell’ardor! Tanto amor! Valinor! Eriador! Argento e or! Bel Tom, Tom Bombadillo! Dong dillo!”
Il tuo amico Tom, Tom Bombadillo”

“Caro Babbo Natale,
vorrei che mi portassi quelle pillole per Tom. Sono finite da un po’ e adesso è di nuovo sbarellato.
Ci conto, grazie, Baccador”

“Caro Babbo Natale,
i tempi sono cupi. Mi occorre qualcosa, ma non posso pronunziarla. Ma sicuramente tu capirai. Lascio questa lettera a Omorzo Cactaceo. Se dimentica di dartela, lo arrostisco.
Gandalf.”

“Caro Babbo Natale,
quest’anno ho scoperto che i vecchi con la barba bianca sono simpatici. Ti va di venire per un tè giu’ nell’ombra? Sarebbe il miglior regalo possibile, e ti assicuro che l’accoglienza sarà calorosa.
Ti aspetto, tuo Balrog”

“Caro Babbo Natale,
vorrei un avanzamento di carriera, il mio ruolo lavorativo attuale è frustrante: desidero diventare socio a tutti gli effetti, non ne posso piu’ dello status da dipendente. Vorrei evolvere a livello manageriale, avere finalmente un team da coordinare, smettere con ‘sta baggianata di research & development. Vorrei smettere di essere l’anello debole.
Ci conto. Saruman.”

“Carissssssssssimo padrone Ssssssanta Clausssss,
ssssarebbe posssssibile avere un pesssce, bel pesssssce? Bassssssta lembasssss!
Sssssssméagol”

“Caro Babbo Natale,
vorrei che materializzassi una rete ferroviaria nella Terra di Mezzo, o almeno un servizio-navetta. Non é che posso fare sempre tutto io.
Grazie, Gwahir.”

“Caro Babbo Natale,
voglio Aragorn. E una mazza ferrata. E due spade a due mani. Anzi, facciamo tre. Yaaaaah!
Grazie, Éowyn.”

“Caro Babbo Natale,
volevo dirti che il gioco da tavolo che mi hai portato 1000 anni fa, “Raminga o non raminga?” non mi diverte piu’ tanto. Come regalo, vorrei che reindirizzassi a me le lettere che ti arrivano da Édoras, senza aprirle.
Grazie infinite, Arwen”

“Caro Babbo Natale,
vorrei che mi lasciassero in pace. E’ cosi’ assurdo desiderare di vagabondare libero per le Terre Selvagge?.
Attendo, sempre speranzoso, Aragorn.
PS: se ti avanza una Bocca di Sauron, comunque, la prendo volentieri.”

“Vecchio,
mandami Tu-Sai-Cosa. E’ l’ultima volta che te lo chiedo, poi faccio un casino con gli orchi. Ne ho le scatole piene del carbone, della lava e delle nuvole scure su casa mia. Non sono poi stato cosi’ cattivo – non negli ultimi duemila anni, almeno.
S.”

“Caro Babbo Natale,
mi potresti mandare una cartina di Mordor?
Grazie, Frodo Baggins”

“Caro Babbo Natale,
potresti mandare una cartina di Mordor al Signor Frodo?
Ossequi, Samvise Gamgee”

“Caro Babbo Natale,
potresti mandarmi Frodo?
Grazie, Shelob”

Credo che non servano commenti!

Advertisements