Beh mattinata passata a studiare, più o meno. Contaminanti è una materia interessante, anche se ci sono delle cose che non tanto comprendo ancora e che spero col tempo di poter apprendere. Cavoli voglio un voto più alto a questo esame, rispetto al voto ingiusto dell’esame di difesa. Qui tanto freddo: ora che siamo entrati in dicembre le giornate sono decisamente corte corte, tanto è che poco dopo le 4 di pomeriggio già non si vede niente in camera. È il brutto dell’inverno, però ci sta dai, dopo un’estate passata tra 45°C di Gioia del Colle e i 35°C al mare (con tanto di immersioni alla scoperta del fondale marino!), l’inverno deve fare la sua parte.

Ancora penso all’estate passata… un’estate veramente rilassante! Non vedo l’ora di tornare al mare!!! Voglio stare in acqua mentre il sole cocente del Sud picchia sulla testa, voglio sguazzare nelle acque adriatiche, giocare con mio cugino, abbronzarmi!!! Forse mai come adesso sento il bisogno di una bella giornata al mare… e chissà che questo inverno passi presto! In fondo se continuo a divertirmi così in estate… si che c’è da godersi il caldo! Altro che le estati precedenti, quando mi annoiavo a morte… poi se i miei calcoli sono giusti la summer 2009 sarà priva di libri ed esami, quindi ancora più tranquilla!!!

Vabbé basta pensare al mare, sennò vo in depressione. Qui non c’è mare, neanche a pagarlo. Qui amano il fiume (ottio, non tutti… però è quello che hanno da queste parti): quando fa caldo, tutti giù al Trebbia! Dio mi scampi ricordo una sola passeggiata in bici con Chiara durante aprile del mio primo anno qui… in cinque minuti di passaggio vicino al Trebbia ho mangiato più zanzare di quante ce ne fossero in giro… Mai più! Ricordo che due settimane fa – quel giorno che comprai le scarpe – durante la strada fatta con Annina verso il parcheggio parlammo dell’estate passata: lei ama la montagna… io il mare. Due cose opposte praticamente, quindi non sarà mai possibile che Annina passi dei momenti di vera calura, a differenza mia. A lei piace passeggiare sui sentieri scoscesi mentre io (per quanto ami i boschi e i monti), in estate preferisco correre sulla spiaggia, spiccare un salto bestiale e tuffarmi nelle acque salate… poi, dopo che sono stanco oltre l’immaginabile, esco dall’acqua, mi metto al sole, infilo le cuffie dell’ipod e lascio che le radiazioni sterilizzino la mia pelle 😄 Poi si chiedono come possa io diventare così nero in estate! Dovevate vedermi durante i periodi estivi di qualche anno fa! Purtroppo erano due anni che non vedevo il mare, quindi a luglio quest’anno sono arrivato in spiaggia bianco come una mozzarella (con mio grande disappunto). Cappellino di m2o rigorosamente sulla testa per evitare insolazioni (le cose più brutte che possano capitare quando è tanto che non si va al mare) e musica a palla nel mio ipod, specie durante il pomeriggio quando gran parte dei miei parenti si stende su lettini e sdraio per dormire (non ci crederete ma il 90% dei miei parenti dorme di pomeriggio). Tipo:

  • Giusy (o Giuppy, o Giuseppina nei momenti di "lite"): dormigliona come poche, appena smette di mangiare inizia a sbadigliare;
  • Inco: uguale alla sorella, forse dorme un tantino in meno… ma la sostanza non cambia;
  • Savino: uguale alle sorelle di cui qui sopra… anzi… lui una mattina appena arrivati si stese sul lettino e dormì fino alle 11! Un oltraggio! Visto che dormiva beatamente, alle 9 ho preso la sua maschera e sono andato in acqua per passare il tempo, LOL! Quando alle 11 si svegliò, mi vide in acqua e decise di raggiungermi… ancora ricordo come avanzava tutto infreddolito in acqua… e io ridevo XD;
  • Luca: il più piccolo dei miei cugini (che stanotte ho sognato tra l’altro)… picciulo lo famo stancare così tanto al mare che di pomeriggio vuole dormire… ()()
  • Zio Mauro: colui che trasmette il gene del sonno: come i figli qui sopra, anche lui, appena finisce di mangiare crolla. E russa pure. LOL!
  • Zia Antonella: beh forse quella che mi somiglia di più, non dorme mai il dopo pranzo…
  • Mammola: la mia mamy dorme raramente… di solito il dopo pranzo va sugli scogli col cappellino (a volte anche il mio di m2o) e prende issole! LOL
  • Papà: variabile, come il tempo di marzo… se è stanco dorme come "uno scannato";
  • Carmela: beh, ti pare che le cugine dormono e lei sta sveglia? Macché: "beato sonno io ti accolgo".
  • Donato: l’unica anima che rimane sotto la tettoia a sorvegliare i dormienti… assieme alla zia Antonella, c’è da specificare. Solo che la zia Antonella non fa altro che guardarlo e fare: "Tatoooo! Che si dice a Piacenza? Abbiamo trovato la fidanzata?? Quant’è bello il Tato di zia!!! (…) Tato toglimi una curiosità… ma i capelli così come te li fai? °-°" Donato intanto aspetta impaziente l’ora di tornare in acqua… acqua che di pomeriggio ovviamente è calda… acqua che di pomeriggio è sporca e agitata… ma calda! 😄
  • ipod: poverino, è costretto a tener compagnia al padrone. 😄

Ecco, queste sono le condizioni del pomeriggio al mare… non belle perché mi annoio a morte. Con l’ipod posso zimmerare mentre guardo il mare agirarsi sempre più, oppure guardando le ragazze in costume… Le 14… le 14.30… le 15… "Uffa che nooooia" (detto sbadigliando). "Màà posso andare in acqua?"; e lei: "Che ora è?"; "Le 3"; "Troppo presto, abbiamo finito da poco"; "Matòòòòò che noia". Si prosegue così fino alle circa-meno-quasi 16. Arrivate le 4 di pomeriggio me ne sbatto di tutto quello che dicono i miei, mi tuffo e finisce la storia. Successivamente sono seguito a ruota dalle cugine… e allora si sente di lontano: "Tatoooooooo!!!", Giusy che con un sorriso a 45 denti si avvicina. Inutile stare ad elencare le bastardate che faccio a questo punto.

Più violente e al limite della pazienza sono le giornate con mia cugina Marianna e con la sua famiglia. In quel caso maledettamente i suoi figli non dormono di pomeriggio… rimangono svegli. E quelli sono delle pesti. Specie Vito. Ottio santo quanto rompe quel tipo! Vorrei tanto strozzarlo… quasi quasi quest’estate tento d’affogarlo in acqua. 😄 Loro sono così allegri e stupidi che non ci si può fare un bagno in santa pace… sono sempre la a rompere! C’è tipo Raffaella che si è attaccata a me quest’estate e in acqua non mi lasciava mai andare: "Donààà lanciami in acqua!!" e "Donààà posso mettermi sulle tue spalle??" e "Donàààà aiutooo l’onda è troppo altaaaaa", manco fossi la guardia del corpo. Il mio terzo giorno al mare la scorsa estate c’era il mare grosso già di mattina… era troppo invitante… però Raffaella mi si è attaccata al braccio sinistro e quando arrivava l’onda dovevo per forza alzarla con me… dopo un’ora e mezza di salti il mio braccio non lo sentivo neanche più. 😄 Ma quella che mi fa divertire di più in assoluto è Marianna… appena vedo che entra in acqua inizia a gridare: "Donaaaaa nooooooo!!! Ahhhhhhh!!! Stai fermooooooo!!! Ahhhh è fredda, dai!!!" e io che vado dietro "Marianna vieni quaaaaaa, hahaha, sennò non ti bagni piùùùù"; e lei: "Ma io mi bagno pooooco alla voltaaaa ahhhh, aiuto ziaaaa, vedi ‘sto scemo di tuo figlio"; "ihihihi, vieni qua cugina ihihi". Poi però pago le conseguenze di questo mio malefico divertimento quando lei vuole a tutti i costi scandagliare la mia pelle alla ricerca dei sempre più rari punti neri! La odio quando fa così, perché mi fa un male cane quando si mette all’opera. Cavoli se mi ci diverto al mare… con mia sorella il momento del "bagnamoci a vicenda" (dove di solito io sono già bello è bagnato) si trasforma in uno spalla a spalla e via palate d’acqua. LOL Poi mi chiede: "Donà, ma come fai ad andare sotto e a rimanere sul fondale?" e io a spiegare come deve fare. Ogni volta che ci prova però rimane col sedere a galla… avoja a spingere il sedere verso il basso… è come una boa di segnalazione, torna su! 😄

Come posso passare un inverno tranquillo sapendo che l’estate offre molto di più?

Advertisements