Allora… Facebook. Come il mio amico Santino nel suo ultimo post, anche io dedico dieci minuti e non di più, del mio tempo per parlare del famosissimo social network che tutto fa, ma solo per modo di dire. Prima di tutto is too boring. Dopo qualche settimana ci si accorge che a parte guardare le foto degli altri, commentare le stesse foto, parlicchiare nella mini-chat, cambiare il proprio stato e commentare lo stato degli amici, c’è poco da fare. Certo, su facebook si trova gente da tempo persa di vista… ma questa è la cosa più ovvia del mondo: tutti i social network permettono di rintracciare gente. Secondo punto: grafica penosa. Mamma quanto fa pena la grafica! Poca personalizzazione, perché non c’è uno spazio privato vero e proprio. E poi i gruppi! I gruppi! Ma a cosa servono dei gruppi come quelli? Discussioni… ok. Poi? Cioè, per dire… un social network, una community, è bella perché ti permette non solo di mostrare come sei in foto, ma anche chi sei, tramite un blog, o qualsiasi altro mezzo. Facebook invece ti permette di aggiungere delle "note". Che poi io dico… delle note. Mah. Molto meglio myspace a questo punto. O meglio ancora, senza ombra di dubbio, la community di messenger, dove davvero si ha un livello di personalizzazione oltre ogni limite. Perché dovrei chattare su facebook quando io mi diverto un mondo di più con msn?

Nonostante tutti questi punti negativi, Facebook continua ad essere frequentata da milioni di persone. Spero con tutto il cuore che di qui a pochi mesi scompaia dal web, perché sta solo facendo danni. Alcuni li mostra questo interessante sito/blog che mi è stato segnalato. Una cosa è sicura: da un bel po’ di tempo sto snobbando Facebook: per me non è mai stata una droga e mai lo sarà.

Annunci