Mai capitato che due passioni cozzino e si prendano a pugni tra di loro? A me ultimamente capita spesso.

Da quando ho conosciuto Tolkien (il suo lavoro, ovviamente), non sono riuscito mai veramente a staccarmi dal suo mondo. E io ero uno che amava solo ed esclusivamente il mondo del passato. Ora penso di dover essere sincero al 100%: spesso il mondo di Tolkien ha messo in ombra e fattomi dimenticare quello preistorico. Per gli studi universitari no problem: nel caso avessi deciso di prendere geologia e paleontologia allora la passione per JRRT sarebbe eclissata velocemente, perchè il pallino delle scienze della natura ce l’ho dall’età di 8 anni. Invece sono qua, affidandomi alla passione che può trasmettere un forum, un sito, tanti amici, contro la passione che diviene di anno in anno più forte e presente per i libri sulla TdM che ho qui in camera. E’ un continuo lottare, un cambio di programma e di gusti… e lo si è visto quando dovevo spendere quei 70 euro di regalo, appena tornato da casa: potevo acquistare The Dinosauria, che desidero da tanto, eppure ho preferito prendere la Trilogia di PJ. Il tempo lo passo su L’enciclopedia di Arda, piuttosto che su L’enciclopedia della vita, e su siti tolkeniani più che paleontologici. E’ come se stessi cercando inconsciamente il luogo dove mi trovo meglio. Non posso negare infatti di essere più istruito sulla TdM che sulla Terra preistorica, oramai. Di conseguenza mi trovo meglio a discutere di elficità, di guerre e di intrecci, piuttosto che di evoluzione, di nicchie ecologiche e di estinzioni. Anche perchè il materiale di Tolkien mi è facilmente reperibile, mentre quello paleontologico impossibile da avere. Tutte queste cose influiscono! E io non posso che seguire una sola delle due idee… e al momento (vabbè… da qualche anno), quella tolkieniana sta prendendo il sopravvento in modo serio. Trovo difficoltà spendere il mio tempo libero a commentare le discussioni su Jpi, mentre non mi trovo assurdamente male nel topic di Tolkien per esempio.

La mia testa si riempie di nomi geografici, di nomi di stirpi, di battaglie, di maia, di ainu, di leggende, favole e miti, mentre doveva riempirsi di concetti, di esempi di anatomia comparata, di idee sull’evoluzione… ma come fare? Come posso ammazzare una passione per la lettura con un’altra che, seppur vecchia, è ormai in decadenza? Sono sincero: la mia passione per il mondo del passato sta velocemente svanendo, sotto i colpi dei Balrog di Morgoth, dei Teleri di Alqualondë e degli Uomini dell’Ovesturia. Far convivere le due assieme? C’ho provato a lungo di questi tempi, ma sembra praticamente impossibile, perchè entrambe richiedono tempo da dedicare, specie quella sulla paleontologia. Tempo e studio. E io sto studiando già altro, ahimè. Proprio stamattina mi sono svegliato con un piccolo pensiero: perchè diamine ho detto si al gdr se so che nei prossimi mesi neanche potrò leggere un libro in santa pace? Dovrò studiare tantissimo per passare non 4, non 5, ma ben 6 esami (mica poco…) e comunque dovrò stare disponibile per il gdr, su msn… ci riuscirò?

————————————————————————–

Mentre eravamo a Tollara, intanto… ecco la conferma che Del Toro dirigerà Lo Hobbit: ho letto tutto stamane, e sono veramente felice. Non è per le voci sui rivoluzionari effetti speciali, non è per l’esistenza di due libri, ma solo per la voglia di tornare nella TdM con una nuova storia, che conosco di già e so che non verrà maltrattata (PJ ha fatto un grande lavoro con ISdA)… una storia che con questo regista e con gli sceneggiatori sarà resa immortale ancor di più di quanto non lo sia di già. E quante conferme! Incredibile! Non pensavo ci potesse essere tanto entusiasmo da parte dei vari McKellen, Weaving, ecc… E vedremo anche il mitico Andry Serkis, come Gollum, notizia presa fresca fresca dal suo sito, alla lista degli impegni cinematografici dell’attore. Rivedere quel Gollum sullo schermo, è motivo di grande continuità  rispetto alla Trilogia, proprio ciò che volevo vedere sullo schermo.

                     

Continuità! Se solo altri film fossero stati resi continui a questo punto i risultati sarebbero stati diversi! Quando si parla di continuità si cerca di indicare un qualsiasi filo conduttore tra più pellicole, però penso che il significato, per chi guarda il film, sia ben più complesso. Stessi attori, stesso team di realizzazione, stesse ambientazioni, stesse tecniche visive: queste sono alcune delle cose che rendono i film continui tra di loro. Queste sono le cose che noi fans vogliamo, perchè oramai Gandalf per me sarà sempre Ian McKellen, Saruman sempre il mitico Christopher Lee, Elrond sempre Hugo Weaving. Inserire altri attori fa "cadere" la qualità del film. Pensate che persino le colonne sonore dovrebbero essere opera dello stesso compositore! Sarà un gran ritorno nella TdM! E rischia di essere anche più epico rispetto alla Trilogia per la presenza di un carattere veramente inedito: un drago. Smaug è cattivo e astuto nel libro, figuriamoci come lo raffigureranno nel film, dove l’atmosfera e l’intera storia dovrebbero assumere una certa piega dark (Del Toro docet).

                   

Un drago! Ah, mi sembra di vederlo di già, mentre attacca Esgaroth sul Lago Lungo! E ancor più di tutte le cose che vedremo quello che mi interessa è sicuramente il primo incontro tra Bilbo e Gollum, e la storia dell’Anello, per non parlare degli indovinelli tra i due, e di come Bilbo decise di non uccidere Gollum. Si, insomma, un pò tutta la storia mi esalta e sono curioso di vedere come la leggeranno in chiave "film". Ci sono ovviamente delle modifiche da fare, piccole magari, ma necessarie, prima tra tutte la questione dei Troll parlanti. E’ solo un esempio comunque. Speriamo bene! Quello che ho letto stamane fa ben sperare. Che la Weta Digital vegli su Lo Hobbit!

          

Annunci