Ultimamente sono alquanto discontinuo sul mio blog! Linguaccia
Non accade niente di interessante, comunque, sempre la solita vita, fatta di affanni sui libri, di chattate apocalittiche con Peppe, oppure con Santino (Daz è un pò sparito…), di nuove canzoni ottenute (qui potrei riempire una lista lunga diverse pagine ^^) e di pensieri all’immediato futuro: cosa compro dopo Pasqua?? Acquisto "The Dinsauria", il cui prezzo è sceso a soli 40 €, oppure acquisto i DVD della trilogia de "Il Signore degli Anelli", oppure ancora li spendo per acquistare i due DVD relativamente poco costosi de "La Mummia"? Certo devo tener conto che alla fine i libri di Matteo inizieranno ad uscire verso l’estate, se non verso la fine, a quanto ci ha riferito, quindi abbiamo tempo di racimolare la restante somma che serve… Io a dire il vero volevo lanciare il mio assalto a "The Dinosauria" adesso che so per certo che i libro costa veramente poco ed è in Italia, con un massimo di spese di solo 5€… Un’occasione da non perdere! Posso avere materiale da leggere per diversi mesi, in un campo che mi affascina come non pochi. Un campo dove, ahimè, non posso dire di essere aggiornato, per colpa di svariati motivi. Tanto per fare un esempio: sono arrivato qui a Piacenza nel 2005, convinto che lo Spinosauro fosse un temibile predatore. Parole di Horner e di altri (Dal Sasso forse?). Bene, dopo qualche mese, su Jurassic Park Italia mi sono reso conto che lo Spinosauro era un ittiofago e che non era molto veloce, anzi. Cioè in altri termini quella lotta nel terzo film di Jurassic Park, frutto della fantasia degli sceneggiatori, non poteva in nessun caso essere "vinta" (mamma che brutto termine per una lotta tra animali…) dallo Spino, semplicemente per la potente morsa del Tirannosauro. C’ho messo qualche settimana a superare il colpo che in fondo il terzo film della saga jurassica sia un mezzo flop, per le ricostruzioni sbagliate. Certo, è questo un mio esempio di arretratezza o di errate informazioni, ma quanto più si va avanti e più ci si rende conto di sapere meno. In effetti non è che abbia tempo da perdere: io studio altro e il tempo ahimè devo impiegarlo a studiare quello che devo studiare. Rimane ben poco tempo da dedicare allo svago il quale il più delle volte lo dedico agli amici su msn. Non me ne abbiano a dire quando comprerò "The Dinosauria" e sparirò per un certo periodo di tempo! Io sono fatto così, se una cosa mi rapisce, non ci vedo più, ci rimango appiccicato fin quando non termino tutto. Una volta dissi a Santino che volevo comprarlo e lui mi lanciò una delle sue frecciatine: "Ah, così poi fai come *********", ossia comincio a considerare tutti inferiori solo perchè ho il libro. No. Non mi permetterei mai. Se leggo un’opera del genere è per la fame di nuove informazioni, come un qualsiasi appassionato di un genere letterario che vuole leggere nuovi racconti. Tutto qua. Il libro è in inglese, non me ne importa: oh, cavoli, non per vantarmi, ma il mio inglese non è così basso, anzi. Penso di poter leggerlo tranquillamente sto libro! E che diamine! Solo che penso che i miei studi universitari avrebbero dovuto obbligarmi a leggere libri di quel tipo mi sale una rabbia…
 
Poi il tempo per leggerlo? Ci ho pensato a lungo, e penso che mi ridurrò a leggerlo nelle giornate quando non mi va di fare niente. Avevo in mente di usare anche un quaderno a dire il vero. Quello che voglio fare, in altri termini, è studiarlo quel libro, non solo leggerlo per piacere di farlo: voglio assimilare bene e poi integrare con quello di cui si discute in forum. Poi ci sono le opere di Normanno e di Matteo, alè! Non sasranno magari dei testi del calibro di "The Dinosauria" però cavolo, sono delle opere oserei dire uniche per il panorama paleontologico italiano. Loro due sono l’orgoglio della nostra nazione, per dindirindello! E io tifo per loro. Tutti noi del forum tifiamo per loro.
 
P.S.: voglio la firma di Matteo su tutti i libri, è avvisato! (ok, già lo sa…)
Advertisements