Una ola… una ola di mani quando il prof ci ha presentato la traccia per la prova scritta di analisi stamattina: una prova che metteva più sotto verifica la tua mano che il tuo studio:
 
analisi delle proteine con il metodo Kjeldahl;
analisi dell’umidità;
problemi connessi all’idrolisi acida per gli amminoacidi;
analisi della fibra alimentare.
 
Niente di più facile… le proteine e l’umidità le avrò ripetute centinaia di volte. I problemi degli amminoacidi mi sono entrati in testa facilmente la prima volta… ci facevo certi discorsi in camera in questi giorni, degni di un ricercatore… XD Per quanto riguarda la fibra, ebbene, era la fibra alimentare, non quella totale, quindi penso mi penalizzi, perchè ho scritto, non volendolo (per distrazione) anche il metodo Weende e quello Van Soest… oltre a quello enzimatico per la definizione della fibra alimentare. Vabbè, il minore dei mali possibili. Spero in un voto alticcio, mi sono veramente impegnato per questa prova…
 
Adesso libertà per qualche giorno, poi a casa si riprenderà a studiare. E spero di fare molto di più di quanto non feci lo scorso anno a dicembre. Si, perchè tornai a casa di malumore e con la delusione per i risultati non convincenti in biochimica (23) ed economia (24), nonostante i miei sforzi. La parte più brutta dell’anno anche per quella storia delle prove di biochimica non passate a tutta la classe (me compreso), ma tenute nascoste… che gente. Non ci voglio pensare và…
 
Adesso le prime due lavatrici stanno lavando la massa incredibile di pantaloni, e roba intima… ho praticamente svuotato il mio guardaroba… Mi serve della roba da indossare… se è vero domani sarà la giornata delle cene e dei pranzi. Mano al portafogli, gel nei capelli (se sarà possibile, sono così lunghi oramai, che non a torto potrei chiamarmi "Donato Pettinato"), e allegria, che giovedì mattina sarò in viaggio verso casa…

Annunci