Uffa. Adesso devo studiare. Devo mettere fine alla questione della prova di Analisi. Archiviamo sta storia e poi non se ne parla più. Voglio scappare da qua. Non vedere più la solita gente, starmene via dagli altri.
 
Le stesse cose che pensavo a luglio, quando, all’improvviso, ho deciso di andare via prima del previsto. Avevo noia delle persone e del posto. Come anche negli ultimi tempi. Non mi interessa più così tanto della gente. Una volta ci tenevo di più ai conoscenti (chiamarli "amicia", oramai ho capito, è eccessivo; si meritano al massimo di essere chiamati conoscenti), oggi mi accorgo che possono fare benissimamente ciò che vogliono. Non mi importa più niente. Lo dico senza pensarci ma poi quando rileggo quello che scrivo mi pare di andare incontro ad un destino di sicuro brutto. Cioè, comportarsi così ti fa finire con l’isolarti dagli altri. E non mi piace stare isolato. Mah, che confusione che ho.
 
Ma cambiamo argomento! Pensiamo a cosa faremi durante il primo pomeriggio a casa! Allora, secondo i miei calcoli sarò a casa per le 5. Tempo un’ora e comincio a fare i soliti giri per le abitazioni dei familiari per dire "Salve, sono tornato!" e quindi passare almeno mezz’ora di noia a raccontare il più e il meno… buona norma sarebbe invece che loro venissero a trovare me, visto che torno da un viaggio in treno di ben 7 ore. Ma a casa mia, si sa, non governa la logica ma l’idiozia (si, e per colpa di chi ve lo faccio immaginare). Quindi dopo circa un’ora o un’ora e mezza dovrei aver finito tutti sti giri (speriamo ^^) e spero di andarci solo, non con i miei, altrimenti finiamo alle 11 di sera di fare tutti i giri e a me sinceramente scoccia. Si torna a casa e si gioca con Zazu… aspettando la cena, mentre mia sorella visita la valigia cercando qualche regalo eventuale, che non ci sarà comunque. Al massimo sarà contenta per i film di Harry Potter, e per il poster de "L’ordine della Fenice" che sto scendendo. So gia che vorrà usare il mio pc, ma la risposta secca che preparo da settembre in occasione dell’evento sarà "NO". Poi quando arriva mio padre parte la descrizione dettagliata di tutto quello che ho fatto, che ho studiato, di come ho usato i soldi, del perchè e del percome ho fatto certe cose e via dicendo: il terzo grado, per chi non lo abbia ancora capito. Cena e letto… non penso che mia madre voglia vedere qualche film. A dire il vero per la prima serata volevo capire come mai i cd delle soundtrack di "Pirati dei Caraibi" che masterizzai questa estate si sentono male allo stereo. Controllerò, e al massimo vorrei masterizzarli la stessa sera. Vediamo se ho tempo.
La mattinata di venerdì la passerò di sicuro con mio padre che mi rimprovera per qualcosa, quando mai. Mia sorella si alzerà tardi e lui li a gridare che "in questa casa non si rispetta l’ordine dato", come sempre. Parole inutili: non sa fare neanche il padre. Siamo in vacanza e la mattina dobbiamo alzarci presto: che razza di vancanza è? Poi, incazzato come sempre, ricomincerà a dire che non ho ancora sistemato la questione dello stage, che lo devo fare alla Barilla così poi mi prendono a lavorare li (si, bella e facile la vita, eh?), che poi alla fine lui da la mi fa fare "l’avvicinamento" a casa, così per la gioia di grandi e piccini, di belli e brutti, ecco che lavoro vicino casa mia, con uno stipendio degno di un parlamentare italiano, e tutti viviamo felici e contenti! Wow, che programmi. "Avvicinamento"… ma se neanche te lo fanno fare al militare più, l’avvicinamento… quante chiacchiere buttate all’aria. E non posso neanche permetermi a dire il contrario! Sennò, come accaduto questa estate, alle 120sima volta che ripeteva la stessa solfa, sono un maleducato. Io personalmente ho consigliato a mia madre di sottoporre quello ad analisi psichiche per valutare la stabilità mentale. Dopo la mattinata passata a discutere di queste cose, con io che praticamente la penso in senso opposto a lui, ecco che, innervosito da mia sorella, esce di casa (per andare dove, ancora non l’ho capito), torna per mangiare, si cambia e va a lavorare. Pace. Finalmente pace in casa. Mia mamma prepara il caffè, ripetendomi che non devo contrariare mio padre, conoscendo come è fatto; Zazu che cinguetta allegramente, con mia sorella che ci gioca assieme, e io a programmare serata cinema con mia madre… a mostrargli magari "I figli di Hurin" che ho intenzione di scendere e i trailer che sono riuscito a scaricare dalla rete qui in collegio… specie Cloverfield.
Insomma giornate di sto tipo. Di pomeriggio chiamo Dj Robb, mi faccio portare m2all shock, così mi rendo conto di che razza di cd sta volta hanno fatto ad m2o (a quanto mi dice dj Robb per sms non è bello affatto) e magari ne faccio una copia (magari… devo ancora valutare). Poi penso che andrò a tagliare i capelli… sono decisamente troppo lunghi!
Insomma prima di Natale non penso di passare delle belle giornate. Speriamo chde almeno 24-25-26 siano giornate decenti. Non pretendo un regalo, ma un Natale sereno. Almeno per quei giorni!

Annunci