No, sta notizia la devo riportare per forza, da buon Tolkeniano… ieri sera mi hanno segnalato il trailer di un film, "In the name of the King", e stamattina ho trovato informazioni in merito sul buon badtaste.it. Questo l’articolo:
 

Si chiama In the Name of the King: a Dungeon Siege Tale, ed è il nuovo film di Uwe Boll. Molti di voi lo conosceranno perché è considerato uno dei peggiori registi esistenti. I suoi tre film tratti da videogame, House of the Dead, Bloodrayne e Alone in the Dark, sono giustamente tra i 100 film peggiori di sempre nella classifica di IMDB. Questo non lo ha fermato, tanto che sta preparando Bloodrayne 2.

Uwe Boll è così pessimo da essere addirittura simpatico. L’aneddoto più famoso a riguardo è che ha sfidato i suoi dieci detrattori più accaniti ad altrettante sfide di boxe, che si possono trovare su youtube.

La sua ultima fatica è In the Name of the King: A Dungeon Siege Tale, tratto dalla serie di GDR fantasy Dungeon Siege. Il film è completo già da un pezzo, e finalmente (!) è stata decisa la data di uscita americana: 12 gennaio 2008. 
La cosa strana dei film di Boll è che riesce sempre e comunque a trovare un cast accettabile. In questo caso, in Dungeon Siege vedremo nomi come Jason Statham (Transporter), Ray Liotta, John Rhys-Davies (Il Signore degli Anelli), Burt Reynolds, Leelee Sobieski (Giovanna d’Arco), Kristanna Loken (Bloodrayne).

E’ appena uscito il nuovo trailer del film, e possiamo dire ufficialmente che si tratta della scopiazzatura più clamorosa del Signore degli Anelli: stesse identiche inquadrature, stesse identiche ambientazioni, addirittura stessi orchi. La cosa si fa inquietante quando si scopre che nel cast c’è proprio Gimli, ovvero John Rhys-Davies.

In the Name of the King: A Dungeon Siege Tale segue il viaggio di Farmer, che da semplice contadino diventa un eroe. Durante una fantastica guerra nel reame di Ehb fra il perfido Gallian e il Re Konreid, Farmer parte alla ricerca della moglie scomparsa, Solana, e vuole vendicare la morte del figlio ucciso da animali guerrieri chiamati Krugs.

Con un budget stimato sui 60 milioni (e ci si chiede chi mai glieli abbia dati), Dungeon Siege originariamente doveva essere girato in due episodi. Invece, Boll ha confermato che ne usciranno due versioni: quella cinematografica della durata di 120 minuti circa, e quella in DVD con 165 minuti di girato.
 
Cioè raga… ma come si può finanziare un progetto del genere. E’ bello sapere che ci soo registi attratti dalla fantasia di Tolkien e che cercano di imitare il mitico Jackson, ma dai… Non esageriamo; già con i vari Narnia, Eragon, Bussola d’oro  e chi più ne ha più ne metta stiamo alla frutta. Poi dico io non usare dei nomi di quel tipo: Farmer si vede lontano un miglio che lo ha scopiazzato da Faramir. Poi c’è una faccia de Il signore degli anelli, quella di Gimli il Nano, interpretata dal simpatico John Rhys-Davies… Il trailer è di un vuoto spaventoso, non ispira niente, figuriamoci il film…

Annunci