Stamattina ero sotto la doccia e pensavo alla musica di questo anno, ormai sul finire. Sta per calare il sipario sul mio 21esimo anno di età! E la musica quest’anno ha deluso sotto certi aspetti e meravigliato sotto altri aspetti.
Cominciamo dalla dance generica: che non si torna indietro ormai è una realtà e non semplicemente una speranza. Significa che oramai la dance che ho conosciuto nel 1999 è defunta, un lontano ricordo. Certo posso ascoltarla quando voglio; ma se non si fosse evoluta in questo modo, sarebbe stato molto meglio. Il ricordo di certe canzoni mi riporta indietro nel tempo; oggi semplicemente acquisti un m2o per ascoltare della musica elettronica che non a niente a che fare con la dance passata. Speravo in un cambiamento in meglio, invece eccoci qua. Non incolpiamo nessuno, per carità. I gusti delle persone cambiano, e sono le persone a decidere cosa ascoltare. Noi non possiamo fare altro che attenerci alle decisioni di mercato. Triste Peccato; anni fa avrei giurato che la dance sarebbe stata la mia musica anche da vecchio.
Rock generico e pop (dal pesante al leggero): delusione di Lavigne che, con il suo nuovo album, a mio avviso, non rimane a livello del precedente. Solo qualche pezzo è orecchiabile, gli altri sono troppo commerciali. Grande album invece dei Linkin Park ("Minutes to midnight"). Vado in questo caso contro la critica, che ha giudicato in un modo eccessivamente pesante le tracce (quasi tutte) del cd. Secondo me è un bel cd, una prova a spostarsi da quello che è stato il loro stile metal per diverso tempo (basti ascoltare "Hybrid Theory"). Ho poi riscoperto i Gemelli Diversi: "Boom!", la loro ultima fatica, ha dei pezzi veramente belli, tristi a volte e tratta tematiche veramente serie, come l’inutilità della tv italiana (già accennata nel precedente album "Reality Show"), e dell’inquinamento ambientale. Però… dire che giudicavo i Gemelli Diversi assai malamente qualche tempo fa. Mi sono ricreduto. Evanescence: bene qui forse la conferma del fatto che la loro musica mi piace molto. Ma molto. Giuro, due album, due capolavori. In particolare dell’album "The open door" il pezzo più bello è "Lithium". Lo ascolterei all’infinito.
Orchestra e OST: mi sto meravigliando di me stesso. Anni fa non avrei mai creduto di arrivare ad ascoltare anche questo genere musicale. Ricade in effetti, nell’area delle canzoni (in questo caso meglio dire pezzi musicali, visto che gran parte delle tracce è solo strumentale) da ninna nanna. Ma la decadenza sempre maggiore della dance mi ha aperto le porte anche a questo genere musicale. Nell’arco di un anno e mezzo ho avuto la possibilità di ascoltare pezzi davvero maestosi e potenti, sia dalla parte di Zimmer, che da quella di Shore e di Badelt. Tra quelli che preferisco, ovviamente, gli album di Zimmer, quelli sulla trilogia dei Pirati dei Caraibi. Tanto che mi piacciono che oramai ho messo da parte gli m2o per ascoltare sempre Zimmer: quando navigo, quando chatto su msn, quando semplicemente sono in giro con il mio ipod… praticamente la cassa pesante ha lasciato il posto all’organo! Sono pezzi che lasciano sognare, ti trascinano. Alcuni, come per esempio "Davy Jones", mi hanno aiutato a comprendere il personaggio del film. E’ infatti un pezzo molto triste, seppur maestoso e potente: in altre parole è quello che ho messo sul blog e che magari adesso state ascoltando ^^. Altri – e qui mi riferisco a Shore – mi fanno viaggiare tra le montagne e le colline della Terra di Mezzo… anche qui a volte l’impatto emotivo è evidente. E’ un genere musicale completamente diverso da quello che ascoltavo tempo fa (solo ed esclusivamente dance, dalla mattina alla sera A bocca aperta ), in quanto con la dance cambi di umore: ti rallegri ed è positivo certo, ti vien voglia di saltare e ballare e cantare! Con la musica d’orchestra invece rivivi determinate sensazioni… è completamente diverso. Poi ultima nota relativa alla mia ultima scoperta (grazie a Stefy soprattutto): X RAY DOG e IMMEDIATE MUSIC. Sono due autori di musica d’orchestra i cui pezzi sono presi soprattutto per i trailer. E cavoli se mi piacciono i loro pezzi. Anche qui come in Zimmer&co si ha maestosità, come no! Tra tutte quelle che ho preferisco di gran lunga "Gothic Power" che tra l’altro ricercavo da molti mesi. Davvero bella.
 
Tirando e somme cosa posso dire? Certamente che la canzone di questo 2007 è "What I’ve Done" dei Linkin Park! La ascolto più di una volta al giorno, a dimostrazione del fatto che i miei gusti musicali stanno subendo, in questi ultimi mesi, un deciso cambiamento. Ecco l’albo d’oro delle canzoni dell’anno:
 
2007 What I’ve Done_Linkin Park
2006 Music_Dee Bee
2005 Rockin’ Deejay_Prezioso & Marvin
2004 Storia_Question Mark
2003 Baby!_Molella
2002 Dreamland_Dj Ross
2001 Discotek People_Molella
2000 Feel So Right_Unconditonal
1999 Blue (da ba dee)_Eiffel 65
 
I miei amici non ci crederanno: quando mi vedranno ascoltare Zimmer e x ray dog mi prenderanno per impazzito (impazzito definitivamente).
 
 

Annunci