The Battle for The Middle Earth è un gioco a dir poco emozionante… a dir poco! Ci sono degli eroi che morivo dalla voglia di usare, come Glorfindel, forse l’Elfo di gran lunga più possente tra quelli che ci sono a disposizione (forse eccetto Elrond e qualche altro), e Gloin, il papino di Gimli… Il gioco intriga in quanto gli Elfi sono qui i principali protagonisti, invece degli uomini. Nel primo gioco infatti gli elfi erano usati di rado, e comunque li si usava per un tempo limitato, essendo degli alleati, piuttosto che le forze a tua disposizione. Ma la cosa che più mi ha fatto piacere, è la possibilità di costruire senza limitazioni, come invece nel primo gioco. Maggiori punti potere e possibilità di attaccare in massa. Grafica migliore, anche se il mio pc non supporta quella massima (peccato) e attacchi navali tutti da gestire (non ci sono ancora arrivato ma penso che saranno a dir poco stratosferici!!!).
 
Voto 10/10
 
Intanto prosegue lo studio della chimica fisica (che poi è matematica). Oggi mi sono praticamente esaurito a capire una serie di equazioni che poi si sono rivelate corrette e ragionevoli… mhm… forse mi sono spiegato male… a guardarle inizialmente sembrano delle cose impossibili, ma poi se ci ragioni per qualche ora, trovi che… "..oh, vero!!! Qui ha fatto la formula inversa senza mostrarlo, maledetti autori!!! E io a perderci la testa!!!". Insomma, cose di questo tipo. E ringraziamo quel po di matematica che ricordo, altrimenti i termini elevati a 1/v li trasformavo in integrali indefiniti, piuttosto che in radici… 
Annunci