In Africa ogni mattina una gazzella si sveglia… sa che deve correre più del leone per non essere mangiata. Sempre in Africa, tutte le mattine, un leone si sveglia e sa che deve correre più della gazzella… No. Non è mica una battuta in AldoGiovanni&Giacomo Style (“…in Africa tutte le mattine una gazzella MUORE“), ma è una “comparazione”: mentre in Africa tutte le mattine gli animali si svegliano e corrono (predano, scappano, giocano… ah che bella la vita senza lavoro!), in Italia tutte le mattine uno studente si alza e sa che deve studiare per passare gli ultimi due esami. E questo povero fesso sono io. Oddio, non sono mica solo io in tutta la nazione! Ce ne saranno decine di migliaia. Stamattina ero li tutto intontito e depresso, come al solito. Ho deciso di ascoltare MUZIK. “Vediamo se scatena il buonumore come al solito”, ho pensato.
“The Bad Touch” (Eiffel 65 remix) – The Bloodhoud Gang. Un titolo, 4 minuti di dance… e sono un altro! Allegro e felice, e quello che più conta, fiducioso nell’esito futuro di questo esame di micro che tanto mi sta stressando! Se mi impegno qualcosa ne verrà fuori! E’ l’incredibile potere della DANCE. Quando sei giu, ascolta un pezzo che ti è sempre piaciuto, magari qualcuno che ti rallegra (non solo “The Bad Touch” ma anche “Move Your Body” e tutti i pezzi di questo tipo): cambi completamente la giornata. Adesso ho una piccola voglia di comprendere definitivamente e di memorizzare la fotosintesi dei batteri e se ho tempo di riguardare qualcosina sulle inclusioni e i vari organuli particolari che ieri ho solo letto e guardato un pò. Poi dovrei passare agli antibiotici per l’ultimo argomento. Poi basta. Quel che si è fatto si è fatto. Ho deciso seriamente di attuare il piano di emergenza per questo esame. Solo una occasione, la prima cosa che dirà la prof, potrà anticipare l’esito dell’esame. Mi fa partire con un argomento a scelta… o no? In caso affermativo, avrei una chicca da presentarle, niente fuori dal programma, ma penso qualcosa che nessuno è stato fino ad ora capace di dirle… il metabolismo. Cacchio, avrò pur preso 31 in bochimica, sfruttiamolo! Facciamo vedere che siamo degni di quel voto, come si era augurato il prof Del Re quando mi ha firmato il libretto. Partiamo con il metabolismo, e incanaliamo la interessata professoressa (spero), verso gli argomenti precedenti! Che idea diabolica: la guido nelle cose che più so. Una cosa del genere è accaduta anche con Biochimica, quando al professore gli accennai la questione del C14, usato negli studi su Chlorella per capire il ciclio di Calvin-Benson. Gli accennai che il C14 serve per la datazione dei fossili, e lui alla fine ne volle sapere di più. Ovvio che sapevo abbastanza sull’argomento. Devo ammetterlo: a volte sono furbo. Così devo cercare di fare con la prof, lunedì. Incanalarla in un discorso dove so di sapere. Un qualcosa dove vado sicuro. Dove non si sbaglia. Anche la classificazione potrebbe essere qualcosa di allettante, ma devo ancora decidere. “Il trucco è fare che LEI venga dove IO voglio”, e non il contrario. Avrò una capacità oratrice tale da trascinarla in trappola? E’ un pò come a dire di attirare la mosca nella ragnatela. Ma in questo caso la mosca finisce nella ragnatela e una volta dentro, non è ancora cosciente di essere intrappolata. E li mi diverto, poi. Insomma, se mi fa partire con un argomento a piacere, posso guadagnare un bel pò di tempo, parlando delle varie fermentazioni, dei destini aerobici del glucosio. Un piano diabolico. Ma che devo usare a tutti i costi se voglio passare questo esame. Non so quanto riesca a dire se mi fa partire da qualcosa dove sono indeciso: virus e batteriofagi vari, che sto ripetendo davvero poco, per la solita mancanza di tempo!
Quindi, consiglio a chi è sotto: ascoltate un pò di dance che rimette animo, e passione!
Advertisements