Allora, Spidy 3. Non dovevo andare a vederlo ieri sera, purtroppo ci sono cascato e di fronte alle insistenze di Marco ho deciso di fare la pazzia. Cosa dire? Innanzitutto parto da un punto fisso, che forse non abbandonerò mai: dal trailer il film sembra una cosa mai vista, anzi un vero Colossal, oserei dire. Si, ricco di azione, effetti speciali e tanto, tanto aplocalittico. Si, perchè ci sono tre nemici, cavolo, c’è da uscire matti! Parte di quanto detto è vero; parte è falso. E penso che la parte falsa sia quella più importante.
Film lento. Troppo lungo. Bello, certo, non lo metto in dubbio, ma forse, come già alcuni hanno detto, non paragonabile al primo. In effetti per quanti effetti speciali possa mostrarci il regista, la storia a mio avviso pecca di una lunghezza temporale eccessiva che si riflette negativamente sullo svolgimento di tutto. Inseriamo 3 nemici. Bene. Ma ogni nemico ha una sua storia e per quanto possa essere questa legata a quella del protagonista-eroe, non si ha pazienza (almeno da parte mia) di assistere a tutte le parole che dice Sandman, ai suoi problemi familiari… lo stesso per quanto riguarda Venom. Ma forse sono io a sbagliare? Ieri sera il cinema era tutto un sbuffare a destra e sinistra… tanto per farvi capire, quando il protagonista piange, forse il momento più "toccante" dell’intera storia, tutti ridevano. Si, perchè oramai avevano perso l’attenzione, l’interesse. Cosa che non ho fatto io che, per quanto lentamente mi stessi accorgendo che il film non era poi questo grande capolavoro di azione come avevo sperato, cercavo di seguire e, come al solito, di immedesimarmi nel personaggio per meglio comprendere il suo modo di agire, i suoi sentimenti. Insomma per viverlo, sto benedetto film. Perchè se i film sono parte dell’arte dell’uomo, evidentemente devono scatenare un qualche sentimento. Ma la parte che più mi ha colpito di tutto il film se devo essere sincero, è stata quella del cambiamento del carattere dell’eroe-protagonista, il modo in cui combatteva Sandman, il modo di comportarsi… aveva "sapore" dark. Infatti qualcosa di oscuro si era unito a lui… era il Simbionte, quello che verso la fine del film da vita a Venom. Quella parte mi ha interessato davvero. E’ stata forse la più bella. Un black-spidy così è forse l’unica cosa che mi sono aspettato e  che per sempre mi rimarrà impressa. Bella parte del film. Per il resto il film è spezzettato. L’azione è spezzata in parti distanti temporalmente troppo. Questo mi è parso di vedere. Due ore e mezza in cui la storia prosegue in modo lento; i nemici sono inizialmente separati, ognuno operando per i suoi interessi/vendette; poi alla fine scatta il gioco delle alleanze e scoppia un conflitto mondiale.  Beh, diciamo che alla fine poteva essere fatto meglio. Certo bisogna considerare la psicologia dei personaggi e infatti in du ore e mezza hai un quadro completo di ognuno di loro, ma penso sempre che alla fine un film del genere possa sembrare noioso. Ohi, io non sono un esperto di Spidy, ne ho mai letto i fumetti, non conosco la storia e magari il film tratta i personaggi davvero molto male, rispetto al personaggi originali: magari bisognava mostrare di più. Non lo so. So solo che adesso devo assolutamente rivederlo. Quasi quasi faccio una capatina al cinema con gli altri il prossimo lunedi. Non so, adesso ho la paura di essere stato eccessivo nel giudizio. Sul forum ci sono persone che dicono che un film non si deve vedere una sola volta per giudicarlo. Ma aspettare il DVD di luglio o agosto, adesso che ci penso, per me potrebbe essere troppo. DEevo rivederlo al più presto.
Per adesso il mio voto è 6/10. In giorni passati avrei giurato di aspettarmi un film da almeno 8 o 9/10. Ma non è stato così. Ma non è detta l’ultima parola: lunedì prossimo sarò capace di confermare quanto detto qui, o ritirare le mie parole.
Advertisements