Eh si, lo ammetto. Per la gioia di tutte le teste di cazzo (passatemi il termine alquanto volgare, ma al momento il mio vocabolario non ne ha altre a disposizione!!!) di economia e giurisprudenza, dichiaro solennemente che noi tutti studenti di agraria possiamo permetterci momenti di cazzeggio allo stato puro!!! Eh si, cari miei, noi possiamo, voi no!!! Sucate tutti!!! Noi non studiamo!!! Voi si!!!

Sembro scemo??? Infatti il resoconto di un mio caro amico ieri sera mi ha amareggiato parecchio. Mettiamo le cose in chiaro. Noi qui siamo quelli che più di tutti studiamo. Vero. E siamo paradossalmente quelli nominati "fannulloni", in quanto, secondo il parere di coloro che sono "esperti" in questo… siamo sempre in giro. Sempre. Un esempio: mi alzo presto la mattina, vado in sala internet e ci trovo X (studente di economia). Torno di sera, per ricontrollare le mail e ci ritrovo, tra gli altri lo stesso X della mattina. Lui mi guarda e dice: "…è da stamattina che sei vicino a quel computer…"

Ma analizziamo la faccenda con calma. Calma. Così si ragiona. Allora. Se una persona mi vede in un posto per due volte… beh… evidentemente in quel posto ci sta anche lui. Giusto?? Fin qui ci siamo? Bene. Proseguiamo. Sicuri che ci siamo??? C’è qualcuno a cui la questione non è chiara? Bene. (Bisogna adottare questo comportamento con quelli di economia e giurisprudenza… sono un tantino duri di testa e di comprendonio, non lo sapevate???). Allora passiamo alla questione difficile: come fai a dire che sono a quel pc da stamattina se sono appena entrato??? Bene… allora qui introduciamo l’argomento chiave: sai riconoscere qualcuno che entra dalla porta? Cioè… ci vedi? No, lo dico seriamente, sono preoccupato per la tua salute. Cacchio ti sono amico, mi preoccupo… Io sono appena entrato… Se mi hai visto li…e ti dico che non c’ero… allora sono due le questioni:

  1. ho dimenticato di disattivare il proiettore per l’ologramma, sai, così tengo la postazione sempre apparentemente occupata, anche quando non ci sono. In questo caso hai visto il mio ologramma con tanto di animazione. P.S.: sai cos’è un ologramma??? (Sapete quelli sanno solo a memoria gli articoli o le derivate delle funzioni… quella roba antropicamente artificiale e del tutto astratta che alcuni chiamano "ragione dei loro studi"…)
  2. ci vedi male, caro amicone!!! Ho le registrazioni video e le testimonianze di persone varie, che io da stamattina sono stato in tutto il mondo, meno che nella sala internet: sai tra tutte le città che ho visitato la più bella è stata Bangkog… ti consiglio di andarci; davvero bella!!!

Fin qui, abbiamo capito quali sono i problemi??? Ci siamo?? Il segreto è inquadrare la questione. Le conclusioni arriveranno da sole. Non preoccuparti amico avvocato (o economista, quello che sei…).

Allora: abbiamo appurato che io sono appena entrato. Tu continui a dire che io non faccio niente: "Ecco… noi di economia studiamo, questi di agraria passano il giorno a giocare al pc". Ti riferisci per caso al gioco che sto facendo partire? Questo gioco Sim così carino??? Questo dell’azienda agricola??? Uh… vero! Sai, noi siamo gente che non ha niente da fare… mi dispiace per te, amico. Tu sei destinato a studiare… io no. Dimmi un pò, ma sei geloso, per caso? No, no, vorrei capire. Non dirmi che sei geloso, dai! Siamo grandi oramai, ste cose lasciamole stare ai bimbi! (Aspetta che salto l’intro del gioco, non mi piace vedere tutte quelle immagini …ecco) Allora dicevamo? Ah si, la questione della gelosia. Dai, mi rifiuto di credere che tu sia geloso della mia possibilità di cazzeggiare. Dici che voi avete solo da studiare? Beh, caro, cazzi tuoi. Ti ho detto io per caso di iscriverti ad economia (o giurisprudenza)?? Mi pare di no. Anzi, a pensarci bene, ci conosciamo così tanto a fondo da poterci prendere tutta sta confidenza? No! Non mi pare che essere compagni di corridoio sullo stesso piano possa definire un rapporto di amicizia. Non proprio! Quindi per favore, vedi di tenere la tua bella bocca da avvocato o da economista, che cacchio sei tu… chiusa, su questioni che a malapena la stessa testa (vuota) percepisce.

Io faccio che voglio del mio tempo. Non ho bisogno di te che mi dici cosa devo fare o cosa non devo fare. Io ho la mia testa, ho i miei obiettivi e tu i tuoi. Fatti da parte, vai a parlare di grafici, di domanda e offerta, di leggi antitrust, di commercializzazione, oppure di diritti umani, di diritti privati, pubblici, romani, aztechi, uzbechi… fatti gli affari tuoi. E abbassa la cresta, che io sono uno come te, e posso stare qua, attaccato a questo pc fin quando la voglia me lo permette. Si, perchè io mi faccio gli affari miei e non vengo a criticare quello che tu fai, quello che tu studi. Come? Dici che non vado neanche a lezione? Scusa tanto una domanda… vuoi vedere il mio libretto? Scommettiamo che ho fatto più esami di te? Come faccio a fare esami se non vado a lezione? Eh, GENIO??? Dici che la mia facoltà è una facoltà facile? Beh, te lo ripeto, nessuno ti ha detto di fare economia (o giurisprudenza). Ah, ti schifa AGRARIA? Beh, ma allora che vuoi! Sei un fesso! Non ci posso fare niente. Non possiamo avere botte piena e moglie ubriaca. Sei un POVERO-TE e io non ti posso fare niente. Anzi adesso che mi ci fai pensare sto ritardando, ho una serata in disco che mi attende…scusa, ma sai, domani non ho lezione… IO. Tu? Ah, hai lezione? Mi dispiace… mamma è proprio vero che voi qui faticate tanto a studiare… Il problema è che ve lo dite da soli. Sapete qual’è il vostro problema? E’ che vi sentite superiori. Per ragioni ancora sconosciute. Io non so se è per il fatto che non volete sporcarvi le mani con il vero lavoro. Certo è che se pensate di ridermi dietro, avete sbagliato di brutto. Non avete capito come funziona il mondo. Sarete anche delle bestie in diritto, in matematica, in tutto quello che volete… ma alla fine siete dei POVERI-VOI. Limitati mentali, ecco cosa siete. Incapaci di mandare avanti la società, a differenza nostra! Pensate che l’economia sia tanto importante? Sapete a cosa è dovuta l’importanza dell’economia? Penso di si. Cacchio abbiamo detto che siete dei geni in materia! L’economia andrebbe a farsi benedire senza l’elemento base: il BENE. Ora, parte dei beni (non so…forse sarebbe meglio dire GRAN PARTE…) hanno origine ambientale. Per chi non comprende, ambientale = agronomica in questo contesto. Comprendete??? Agronomica. Eh si… voi economisti avete creato una pseudoscienza che da delle regole a un qualcosa… un qualcosa che potremmo anche noi di agraria definire limitante in qualche senso, ma che alla fine è astratta. E voi di giurisprudenza? Ve ne andate in giro con le valigette, fingendo di commentare articoli della costituzione che alla fine non hanno bisogno di commenti. Commentare qualcosa che è già stata commentata? E a che serve, scusate tanto? Io anche negli studi posso commentare un qualche fenomeno, ma gli sforzi miei sono tesi alla comprensione della Natura, per poterla controllare e produrre roba che voi economisti un domani contratterete. Se io decido che sul mercato ci deve finire roba avvelenata, io posso; se voglio smettere di produrre, voi non potete commercializzare altro che i prodotti tecnologici. E mi spiace tanto ma quelli non si mangiano. Noi alla fine controlliamo la società. Perchè non siamo in Matrix, ma nel mondo reale, dove l’essere vivente dipende dalle risorse alimentari che noi poveri fessi di AGRARIA mettiamo a vostra disposizione. Da cosa tirate voi le energie per ideare teorie??? Semplicemente dal cervello. E sapete, nella vostra ignoranza accademica, cosa consuma il cervello? No. Ebbene il cervello consuma zuccheri (non sto qua a commentare questa ignoranza…tutti lo sanno ma voi no…vabbè voi siete ehm… si, insomma… si, quelli che si spaccano il culo per studiare… noi…noi siamo qui all’università per giocare al pc…). E gli zuccheri da dove li prende il cervello??? Dai, sforzatevi che ci arrivate. No?? Va bene, il cervello li prende dalle riserve del nostro corpo… Ok. E le riserve come sono messe su??? Dagli alimenti. Ed ora miei cari ignoranti…la domanda da 1 milione di dollari. Chi produce alimenti??? Lascio a voi l’arduo ragionamento che porta alla verità.

Grazie a tutti per aver avuto il tempo di ascoltare il discorso di un cazzeggiatore, di un agricoltore… come mi chiamate voi, adesso, con il vostro permesso, mi vado a cambiare. Si si, adesso vengo Matematico… un attimo che saluto i giurispericoli e gli economici e scendo…

Signori è stato un rompimento di balle stare con gente così gretta e limitata mentale, vado a proseguire il mio cazzeggio. La sola cosa che mi rammarica è che con tutto sto discorso non ho potuto trebbiare il campo di grano che dovevo fare al gioco Sim, stasera. Vabbè, si trebbia domani… sapete ho tanti di quei soldi che adesso acquisto nuovi terreni. Ecco…esco dal gioco. Vabbè… ormai avete capito che stamattina avevo attivato l’ologramma e quindi non lo riattivo (non sperando voi abbiate capito cos’è in realtà un ologramma). La postazione è libera. Buono studio. EVVAI CHE STASERA SI BALLA!!!!!

 

(Considerate che lo stato d’animo con il quale convivevo al momento della stesura di questo ragionamento era pessimo: ODIO aperto nei confronti di tutti quelli che si permettono di affermare che noi di Agraria non facciamo na cippa: economia e giurisprudenza. Nonostante alcune frasi possano sembrare eccessive – "…limitata mentale…", per esempio – assicuro i lettori che non mi sono pentito di quanto scritto, anzi…)

P.S.: il Matematico è il soprannome… quasi nome direi, visto che c’è gente che non conosce neanche il suo vero nome di un mio amico, anch’egli studente di agraria.

Matematicoè un marchio registrato.

Annunci